Mira Cuba! L’arte del manifesto cubano </br>dal 1959 ad oggi

Mira Cuba! L’arte del manifesto cubano
dal 1959 ad oggi

  • 23 settembre 2013

Per qualità e completezza, la mostra proposta dal Comune di Pordenone è certamente la più importante sino ad oggi allestita in Italia sulla grafica cubana negli anni che seguirono la Rivoluzione castrista, ovvero dal 1959 ad oggi.

In questi anni tutti i messaggi dovevano concorrere a rafforzare la adesione popolare al nuovo ideale rivoluzionario. Alcuni lo fanno in forma diretta ma molti altri, altrettanto efficacemente, in modo indiretto, trasmettendo positività, gioia, colore in un momento oggettivamente non facile per l’isola caraibica isolata nel contesto internazionale.

La grande mancanza di mezzi economici, lungi dal deprimerli, sembra stimolare gli artisti, o meglio i grafici di tutte le generazioni verso una creatività effervescente e innovativa.

Che, pur nel reale isolamento, riesce comunque a catturare e elaborare originalmente, spunti, fermenti, idee dalla vicina America ma anche dall’Europa.

Ciò che ha prodotto questo laboratorio cubano della grafica è davvero stupefacente per varietà, colori, forza emozionale e iconografica.

Certo non mancano gli omaggi alle icone: quella del Lider Maximo, ovviamente, ma anche quella del Che. Ma il Cartel Cubano è molto di più: il manifesto, qui più che altrove, riesce ad interpretare e proporre l’anima profonda di un popolo, in una isola multiculturale e multietnica.

Si percepisce chiaramente che dietro ad ogni manifesto c’è una storia, un aneddoto, un racconto di vita, a proporre una immagine di Cuba mediata dal grafico ma aderente alla sensibilità e all’emozione di chi quel manifesto guarda e decritta.

Diversi i filoni presenti in mostra. La celebrazione politica, innanzitutto. Ma anche i grandi temi e le realizzazioni sociali, dalla riforma sanitaria a quella agraria, alle campagne per l’educazione estesa a tutti. Poi la comunicazione culturale, verso la quale Castro mostrò ampio interesse, ed in particolare il cinema con affiches per i film o per le manifestazioni sul cinema.

 

freccia Mira Cuba! L’arte del manifesto cubano dal 1959

Spazi espositivi via Bertossi 9, Pordenone
dal 28 settembre 2013 al 12 gennaio 2014

 

freccia Comité Prográfica Cubana
L’associazione che riunisce i grafici cubani


ClikCamillo Cienfuegos - Raúl Martinez 1969Nos Amamos Tanto - Antonio Pérez Ñiko 1977Cinemateca de Cuba - Rafael Morante 1961El deporte predilecto del hombre - Julio Eloy 1974El monstruo del Castillo de Blackwood - Eduardo Muñoz Bachs 1973Toni, te has vuelto loco - Eduardo Muñoz Bachs 1971Cines Moviles en la escuela rural - Eduardo Muñoz Bachs 1971Besos Robados - René Azcuy 1970Carmen - Antonio Fernández Reboiro 1970







Related Posts


Unicef contro la violenza sui bambini
Marcel Jacno, popolare ma quasi sconosciuto
Cinemagraphs
David Hockney e l'iPad Art