L’amore nelle illustrazioni del Museo della Figurina

L’amore nelle illustrazioni del Museo della Figurina

  • 14 settembre 2013
Il Festival Filosofia 2013 che si tiene in tre diverse sedi (Modena, Carpi e Sassuolo) è dedicato quest’anno al tema dell’amore.

Quale occasione migliore per il Museo della Figurina di Modena di esporre alcune delle sue preziose gemme.



Si va dall’amor cortese di certe figurine agli ammiccamenti dei calendarietti da barbiere, dei giornalini o delle copertine di spartiti, fino alle scene maliziose e impudenti delle scatole di fiammiferi. Più di 300 immagini che a volte inteneriscono, a volte stupiscono.

Il corteggiamento, nelle figurine tra la seconda metà dell’Ottocento e la prima del Novecento, era fatto di sguardi timidi che facevano arrossire, languide serenate, tête-à-tête danzanti, cuori che civettavano tra diversi pretendenti, baciamano loquaci, baci romantici, appassionati, rocamboleschi.

Se molte figurine sono dedicate all’amore che trionfa dopo mille vicissitudini, numerose sono quelle che mostrano tutta la disinvoltura di un periodo in cui il matrimonio per interesse era tutt’altro che scandaloso. In altri casi, i veri protagonisti sono lo struggimento dell’abbandono, la disperazione del tradimento, ma anche la crudeltà delle violenze domestiche, all’epoca tollerate e mai condannate.

Attraverso personaggi mitologici, della letteratura o di opere e operette, le figurine parlano malinconicamente degli esiti più drammatici della passione, quelli che sfociano nella morte di uno o di entrambi gli innamorati, come Canio dell’opera I Pagliacci, Norma, Aida, Madama Butterfly, Cyrano, Otello e Desdemona.

Eppure l’amore è anche leggerezza e gioco quando viene letto attraverso l’ironia, soprattutto quella delle scatole di fiammiferi in cui spiccano doppi sensi e scene di un umorismo, ora piccante, ora ridanciano, ora più sottile.

Infine, un’intera sezione è dedicata agli Amori famosi, tra cui i grandi seduttori come Casanova, Don Giovanni, Lady Hamilton, Messalina, Rodolfo Valentino, e le coppie famose della storia e della letteratura – Paolo e Francesca, Romeo e Giulietta, Antonio e Cleopatra, Renzo e Lucia – e della cinematografia, con una selezione dalla copiosa collezione del Museo riguardante i divi del cinema con tanti video in mostra.

L’amore è una cosa meravigliosa
Gioie e dolori nelle illustrazioni del Museo della Figurina
dal 13 settembre 2013 al 2 marzo 2014

freccia Museo della Figurina








Related Posts


Videogames da Museo
Il cibo immaginario
Tra comunismo e consumismo
Alla velocità del cuore