Critica portatile al visual design

Critica portatile al visual design

  • 2 aprile 2014

falcinelli_visualEsce per Einaudi, Critica portatile al visual design, una sorta di manuale sul design firmato da Riccardo Falcinelli, noto grafico editoriale romano e docente di Psicologia della percezione presso l’ISIA di Roma.

Il volume, con ben 344 illustrazioni nel testo, spaziando da Dürer a Steve Jobs, da Eva Longoria a Photoshop, passando per il catalogo IKEA e arrivando a Walter Benjamin, si rivolge, in modo anche ironico e divertente, a chi non vuole limitarsi a riconoscere e usare le forme, ma vuol capire chi davvero sta parlando.

Nello scrivere una  guida a un mestiere che ha cinquecento anni alle spalle, e tutto il futuro davanti, Falcinelli mette il lettore di fronte ai due nodi fondamentali di oggi: la consapevolezza e la responsabilità.


“Nel mondo contemporaneo il design è ovunque: può essere usato, abitato, fruito, maneggiato, goduto, sfruttato, sprecato, distrutto, riciclato; ma soprattutto il design può essere “visto”. Questo è l’argomento del nostro libro: i linguaggi e i saperi del visual design, cioè di tutte quelle cose progettate anzitutto per lo sguardo”.

Riccardo Falcinelli
Critica portatile al visual design
Da Gutenberg ai social network
Einaudi Stile libero Extra
2014, 321 p., ill.
€ 17,00








Related Posts


Abram Games e la grafica di propaganda
Self Publishing, una rivoluzione globale
Hello World, la nuova campagna per Google Maps
Fumetti autoprodotti