L’Archivio della pubblicità di Genova compie 20 anni

L’Archivio della pubblicità di Genova compie 20 anni

  • 19 settembre 2013
Illustrazione di Folon per Bontempi

Illustrazione di Folon per Bontempi (1984)

L’Archivio della pubblicità di Genova compie 20 anni e, per festeggiare, presenta alla Loggia della Mercanzia in Piazza Banchi la mostra Isole della pubblicità. Le identità di una raccolta che resterà aperta sino al 17 ottobre 2013,

La mostra, inedita, presenta una significativa parte di un patrimonio unico nel panorama nazionale, un viaggio illustrato nella memoria passata e recente della comunicazione visiva.

Dai primi manifesti di fine 800 in cromolitografia della Navigazione Generale Italiana ad alcuni rari esempi di insegne destinate allo scenario urbano, realizzate dalla Ditta Marioni di Genova nel corso del Novecento.

Dai cartelloni di promozione dei primi prodotti industriali alle immagini delle grandi campagne internazionali di corporate identity di Oliviero Toscani per Benetton. E poi il cinema illustrato anni ’20 sino ai film anni ’50 e ’80, lo spettacolo teatrale (con alcuni bozzetti di Luzzati) e la musica.

Da non dimenticare le immagini di promozione turistica (Hotel Miramare di Genova, Loano, Piscina di Acqui, Lago di Garda, Riccione, Capri, Littorina Fiat di collegamento Sestriere-Ventimiglia, ecc.) che hanno fatto conoscere l’Italia negli anni ’30.

Susanna - Gonfiabile Invernizzi, anni '60

Susanna – Gonfiabile Invernizzi, anni ’60

Tra gli oggetti in mostra anche una selezione di scatole di latta per i prodotti dell’industria dolciaria italiana (Saiwa, Lazzaroni, Elah, ecc. ).

A rappresentare l’evoluzione della grafica nella seconda metà del Novecento, oltre ai manifesti di Puppo, Bernazzoli, Cenni, Carmi, Veruggio, Lora Lamm, Lèon Garù, due manifesti di Sergio Ruffolo per il Ministero dei lavori pubblici: per la prima volta nel 1969 appare sulle strade l’affissione per la sicurezza stradale che anticipa le campagna di pubblica utilità e il tema ambientale degli anni ’80-’90.

Tra gli autori dell’ultimo periodo (anni ’80) si segnalano Armando Testa, il genovese Marco Biassoni e gli illustratori Folon, Pazienza, Tamburini.

Peccato che l’Archivio non disponga ancora di un sito internet all’altezza del suo ingente e interessante patrimonio.

freccia www.museidigenova.it








Related Posts


Dalai Lama
Le architetture del comunismo
L’arte di Andrea Pazienza
LEGO e la creatività