Anche per Renault uno spot “sessista”?

  • 18 luglio 2013

Censurato l’ultimo spot della Renault Clio per il mercato inglese. La Advertising Standards Authority ha ritenuto lo spot “sessista” poiché vengono rappresentate alcune discinte ballerine di burlesque con inquadrature che si soffermano particolarmente sul seno e sul fondo schiena omettendo spesso i volti.

Questo, secondo l’Authority, induce gli spettatori a vedere le donne solo come oggetti sessuali.

Renault ha negato qualsiasi intento ‘sessista’ dichiarando che lo spot voleva essere una parodia di una tipica scena di cabaret francese del Moulin Rouge, ma nel rispetto della decisione dell’Authority lo ha sospeso e sostituito con una versione più “ammorbidita” (video in alto).

La versione originale (sotto) su Youtube ha raggiunto circa 3 milioni e mezzo di visualizzazioni.



Ma il caso si presenta più complesso poichè era già uscito in marzo un identico spot (video in basso) in cui i ruoli sono ribaltati, al test drive questa volta ci sono due donne e lo scenario cambia.

Per Renault comunque un successo.

Gli spot sono stati realizzati da Unruly Media.









Related Posts


Natalino Balasso sulla pubblicità
Se il testimonial è l'illustratore
Se la Gran Bretagna fosse come la Siria
Gli esperimenti di Warhol con l'Amiga